News

Vuoi lanciare una campagna di crowdfunding? Comincia sostenendone una!

Se stai pensando di raccogliere fondi con il crowdfunding prova prima a finanziare una campagna già attiva. Perché? Le motivazioni sono tre e di diversa natura: tecnica, progettuale e filosofica.

Motivazione tecnica – Testa la piattaforma

Potrà anche sembrare banale, ma prima di scegliere la piattaforma che utilizzerai per la tua raccolta fondi ti converrebbe provarla nelle vesti di sostenitore. I progetti sono presentati in modo chiaro e gradevole? La procedura di pagamento è semplice o è lunga e complessa? Per sostenere un progetto è obbligatorio registrarsi al sito? Provare a finanziare una campagna è il modo più efficace per testare la user experience di una piattaforma di crowdfunding. Nel caso incontrassi delle difficoltà non dimenticarti che allo stesso modo le incontrerebbe un tuo potenziale sostenitore. Difficoltà che potrebbero anche farlo desistere dal suo originario intento di aiutarti; a volte anche un solo click in più o i meno può fare la differenza.

Motivazione progettuale – Studia una campagna simile alla tua

Partecipare a una campagna di crowdfunding simile a quella che vorresti realizzare tu è anche un ottimo modo per valutare e migliorare la tua idea. Non temere di finanziare un possibile “concorrente”, ma cerca di immedesimarti il più possibile in un tuo potenziale sostenitore. Prendi nota dei motivi che ti hanno portato a partecipare a quella campagna invece che a un’altra simile, nonché delle emozioni che hai provato diventandone sostenitore. Aver vissuto sulla tua pelle quel si prova a sostenere una campagna di crowdfunding ti tornerà molto utile quando dovrai convincere altre persone a fare altrettanto con la tua.

Motivazione filosofica – Prima di chiedere dai

Chiudo con la considerazione filosofica. Ricorrendo al crowdfunding vorresti che altre persone ti aiutassero a realizzare il tuo progetto. Certo, corretto, ineccepibile. Prova ora però a ribaltare il tuo punto di vista. Ci sono tantissime altre persone che ti stanno chiedendo di aiutarle a realizzare il loro progetto con il crowdfunding. Crowdfunding che quindi è certamente uno strumento per chiedere, ma con altrettanta sicurezza anche uno strumento per dare.

Proprio questa doppia e indissolubile natura è uno degli elementi più potenti del crowdfunding, che pone tutti allo stesso livello: chi è sostenitore oggi può essere progettista domani. È sbagliato quindi immaginare la famigerata “crowd” come qualcosa di separato da noi. La “crowd” siamo infatti tutti noi, sia quando sosteniamo un progetto altrui sia quando chiediamo agli altri un aiuto per realizzare il nostro.

Raccogliere fondi con il crowdfunding senza aver mai sostenuto prima un’altra campagna non sarebbe quindi il miglior modo per cominciare il lavoro. Porsi su un piano distinto rispetto alle persone che vorremmo coinvolgere significherebbe infatti non aver ancora compreso la reale natura del crowdfunding.

In conclusione dunque, se stai pensando di raccogliere fondi con il crowdfunding il primo passo da fare è sostenere una campagna; per esempio una di quelle attive su ideaginger.it!

Luca Borneo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...