generale/News

#LOTTOANCHIO: crowdfunding da trenta e lode

Sono molto felice di potervi raccontare la storia di #LOTTOANCHIO, una campagna di crowdfunding promossa da A.G.E.O.P. Ricerca ONLUS che è si da poco conclusa con successo su GINGER. Sono felice sia per l’esito dell’iniziativa, che ha raggiunto il 160% del budget (record assoluto GINGER), sia per la finalità della raccolta fondi, certamente meritevole del successo ottenuto. Ma la mia felicità è dovuta anche alla consapevolezza di trovarmi di fronte a un progetto di crowdfunding magistrale, da analizzare e portare come esempio di campagna gestita perfettamente.

Conosciamo A.G.E.O.P. e #LOTTOANCHIO

Faccio un passo indietro per parlarvi di A.G.E.O.P. – Associazione Genitori Ematologia Oncologica Pediatrica – una realtà impegnata da più di trent’anni nell’assistenza ai bambini malati di tumore e alle loro famiglie, con sede nel reparto di oncoematologia pediatrica del Policlinico Sant’Orsola Malpighi di Bologna. A.G.E.O.P. ha lanciato #LOTTOANCHIO, una campagna di crowdfunding per raccogliere i fondi necessari a garantire un anno di ospitalità gratuita nelle proprie case di accoglienza a un bambino malato di tumore e alla sua famiglia. Il budget da raggiungere era di 10.000 euro, obiettivo non scontato. A.G.E.O.P. ha raccolto 15.959 euro, grazie ai contributi di 214 sostenitori, diventando il progetto finora più finanziato su GINGER.

Crowdfunding da manuale

Le modalità con cui A.G.E.O.P. ha portato avanti la campagna sono ammirevoli e dovrebbero essere prese d’esempio da chiunque sia intenzionato a lanciare una campagna di crowdfunding.

Il cursore #LOTTOANCHIO su GINGER

Il cursore di #LOTTOANCHIO su GINGER.

Anzitutto l’obiettivo della raccolta fondi è stato esposto in modo chiaro. Il donatore non poteva avere dubbi, le risorse raccolte servivano a ospitare gratuitamente in una casa accoglienza un bambino malato insieme alla sua famiglia. Cristallino, univoco, concreto.

La strategia utilizzata per la raccolta fondi ha poi contemplato il giusto mix tra attività online e offline. La comunicazione web è stata virale e ha fatto leva sul principio per cui insieme si è più forti nelle lotta contro il tumore infantile. Le persone sono state invitate a scattarsi dei selfie indossando dei guantoni verdi da Hulk, a condividerli sui social e a fare la propria donazione online. In differenti location di Bologna e non solo, sono stati allestiti dei selfie point, dove è stato possibile indossare i guantoni e scattarsi le foto. L’online ha così contaminato l’offline, dando vita a una comunicazione virale.

Ma accanto ad una serrata campagna di comunicazione online, A.G.E.O.P. ha anche organizzato importanti eventi sul territorio, come in occasione della Giornata Mondiale di Lotta al Cancro Infantile, che hanno contribuito a raccogliere risorse importanti per il progetto e anche a far conoscere la campagna.

Risultato eccezionale

I risultati raggiunti da A.G.E.O.P. li conoscete già e sono eloquenti della bontà del lavoro svolto. #LOTTOANCHIO è una campagna da prendere come esempio di perfetta strategia di crowdfunding. Chiarezza, pragmaticità, emozionalità, viralità e presenza sul territorio, racchiuse in un solo progetto. L’iniziativa portata avanti da A.G.E.O.P. ha dimostrato una volta di più le potenzialità del crowdfunding applicato ai progetti di rilevanza sociale e non possiamo che essere orgogliosi di averla ospitata su GINGER.

@LucaBorneo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...