Idee [pronte per essere] gingerizzate/News

Fablab a scuola: conosciamo i protagonisti #1

Fablab a scuola è un progetto innovativo – promosso da Fondazione Nord Est e curato da GINGER con il sostegno di partner eccellenti – che prevede la creazione di fablab (dall’inglese: fabrication laboratory, ovvero piccole officine di prototipazione il cui centro nevralgico è la stampante 3D) all’interno di alcuni Istituti Tecnici sparsi tra Veneto, Trentino e Friuli Venezia Giulia. IMG_5043

Il progetto nasce dall’esigenza di formare professionalmente le nuove generazioni di studenti al fine di sostenere il Made in Italy, rendere più competitivo il territorio e aiutare le imprese e gli artigiani grazie a quella che sarà la futura manodopera specializzata. Apparentemente non c’è nulla a che vedere con il crowdfunding; ma le strade di GINGER e Fablab a scuola si intrecciano proprio perché la creazione di questi fablab sarà possibile grazie a progetti di crowdfunding curati sì da noi ma completamente gestiti e sviluppati dagli studenti delle singole scuole. Tutto questo su www.fablabascuola.it, la piattaforma di crowdfunding e storytelling ideata dal GINGER team.

Tra gli Istituti coinvolti abbiamo l’IPSIA Galileo Galilei di Castelfranco Veneto (TV), il Centro Formazione Professionale “Centro Moda Canossa” di Trento e l’ITIS Marconi con l’IPSIA Giorgi di Verona.

Proprio quest’ultimo ha attivato un percorso formativo tramite fablab, coinvolgendo i propri studenti nella creazione di droni volanti. Sempre nel veronese, l’ITIS Marconi riconosce la necessità di un fablab per confermarsi come polo formativo di riferimento per il panorama veronese e per permettere agli studenti di affacciarsi al mondo del lavoro con una maggiore specializzazione. Lo stesso istituto ha inoltre deciso di rendere fruibile il laboratorio sia agli studenti dei corsi diurni che a quelli dei corsi serali, qui tutti i dettagli.

Differente, ma comunque segno di una ricercata innovazione, è l’ultima inziativa dell’IPSIA G.Galilei che, oltre ad aver coinvolto i proprio studenti in attività sociali al di fuori della normale didattica e legate alle problematiche del territorio, ha attivato recentemente un DroniLab, un laboratorio di sviluppo droni (velivoli comandati da remoto) che serviranno ad offrire servizi socialmente utili.

Parliamo infine del Centro Moda Canossa di Trento, un istituto che, grazie alla professionalità dei docenti e alla curiosità degli studenti, è riuscito ad unire la continua evoluzione della moda con la tecnologia del fablab. Da ciò nasce un’unione di successo che ha portato il gruppo di studenti a partecipare ad alcuni meeting internazionali (per esempio la Rome Maker Faire!) nei quali hanno mostrato il frutto del loro lavoro, ovvero un abito 3D creato grazie alla stampante presente nel loro fablab.

A breve partirà il crowdfunding per sostenere i progetti, noi vi terremo aggiornatissimi e voi preparatevi a costruire il futuro con i ragazzi di Fablab a scuola!

Annunci

One thought on “Fablab a scuola: conosciamo i protagonisti #1

  1. Pingback: Fablab a scuola: conosciamo i protagonisti #2 | Il Gingerino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...