News

Tempo di novità: Europa, Italia, ER e … GINGER

Eh già, grandi novità in questi ultimi giorni di fine 2012. Se anche i Maya ci coglieranno avremmo comunque avuto il tempo di gustarci qualche bella notizia.

Ma prima di partire con una rassegna delle più interessanti notizie che riguardano il mondo della forza lavoro creativa (singoli, imprese, associazioni, …) il GINGER-team vuole dirvi qualcosa: grazie. Grazie perché in questi primi mesi di attività del Gingerino in tanti ci avete seguito, contattato, scritto, parlato. Ci avete coinvolte nei vostri progetti, avete già iniziato a chiederci consiglio, avete proposto idee geniali (ma geniali davvero). E’ a voi che credete in GINGER che va il nostro frizzante (e un po’ commosso) abbraccio.

Ma ora basta fare le melense, via alle notizie in vero stile cinegiornale.

EUROPA. Su Tafter Journal potete leggere un interessantissimo articolo che fa un po’ il punto sulla forza lavoro creativa in Europa. In particolare si menziona il progetto ESPONUpdate of maps and related data on creative workforces as bearer of innovation” e se ne analizzano i principali risultati.

Illuminante è l’analisi portata avanti dai ricercatori che considera sia il dato creativo assoluto, ovvero i Paesi europei con il tasso maggiore di lavoratori creativi, sia il dato creativo relativo, ovvero i Paesi europei in cui più è aumentato il tasso di occupazione creativa. Emerge così come l’Europa Orientale abbia fatto un balzo in avanti in questo settore e come invece l’Italia viva una situazione anomala in cui, a fronte di uno scarso dinamismo economico, si assiste alla crescita del lavoro creativo.

Inoltre è finalmente disponibile il report 2011 dell’European Expert Network on Culture sulle strategie di crowdfunding per il settore culturale. Questo succulento documento – anche se riferito al 2011 – presenta, oltre all’analisi, anche esempi di pratiche virtuose e suggerimenti interessanti. Da leggere, c’è da aggiungere altro? Ah, sì: il link … et voilà.

ITALIA. Come ben saprete, il 13 dicembre scorso la Camera ha votato e approvato (magno cum gaudio) il Decreto Crescita 2.0. Come avevamo già detto in precedenza non si tratta di una legge perfetta, ci sono regolamenti e decreti da applicare e soprattutto una rondine non fa primavera ma – considerazioni spicciole a parte – siamo di fronte a una svolta. Le norme per le start up (per la loro nascita e sviluppo iniziale, la parte più difficile prima del cosiddetto scollinamento) sono importanti e soprattutto necessarie, perché un conto è ripetere come un mantra “dobbiamo crescere, dobbiamo crescere” e un altro è fare qualcosa per facilitarla, questa crescita. [Per una breve riflessione su cosa cambierà e come, leggete qui.] Nel Decreto 2.0 si parla anche di crowdfunding: lo si fa in modo un po’ vago e fumoso ma è comunque significativo per un Paese solitamente restìo alle novità. Anche perché il futuro delle start up innovative passerà per il crowdfunding e a questo proposito il GINGER-team è sul pezzo.

Courtesy of Spinner website

EMILIA-ROMAGNA. Interessanti sviluppi nell’ambito della creatività e delle industrie culturali e creative in regione. Il Bando Incredibol 2013, grazie all’accordo con la Regione ER, sarà potenziato e fornirà più sostegno, più incontri, più servizi e soprattutto si estenderà maggiormente su tutto il territorio regionale. Attivo anche il bando GA/ER, volto a sostenere i giovani artisti dell’Emilia Romagna. Infine, anche il Consorzio Spinner ha aperto un’azione specifica per lo sviluppo di Imprese Culturali e Creative (ICC). A questo proposito ieri, 18 dicembre, si è tenuto un incontro esplicativo all’Urban Center di Bologna. Bruno Cortesi e Giorgia Cossovel hanno illustrato i dettagli della call e hanno risposto al fuoco di fila delle domande. Questa prima azione “pilota” di Spinner ha di certo solleticato l’interesse dei creativi che sono arrivati alquanto preparati all’evento. Riassumendo: è emerso che anche il progetto di impresa ICC deve avere una forte base di innovazione tecnologica e/o alta intensità di conoscenza; inoltre, la scheda per partecipare è fortunatamente molto più semplice di quella del bando Spinner classico (fiuuuuu) ma deve essere comunque completata cum grano salis, indicando bene le competenze del team ideatore. Innovativa anche la modalità di svolgimento della call che si dividerà in due parti: la prima, a cui avranno accesso 20 progetti, prevede un processo di assistenza per la formulazione del business model. La seconda, riservata a 6 progetti, prevederà l’effettiva erogazione dei benefici: borse di studio, incentivi economici, consulenze. La prima fase scade il 31 gennaio 2013, il tempo stringe ma per assistenza durante il completamento della domanda ci sono i preziosissimi Sportelli Spinner in tutta la regione. La speranza è che i frutti di questa prima azione sperimentale siano tali da giustificarne altre e più strutturate.

Ginger-festeGINGER. E veniamo a noi. Procediamo alacremente con lo sviluppo del sito e vi consigliamo di non prendere impegni per la fine di febbraio, abbiamo un’idea geniale in serbo. A gennaio invece vi delizieremo con la grafica GINGER, faremo un restyling del blog e apriremo i profili social, così potrete interagire ancora più facilmente con noi. Intanto avete già iniziato a inviarci proposte di progetti e collaborazioni che ci rendono alquanto soddisfatte; a questo proposito, subito dopo le feste, renderemo il ritorno post-natalizio più titillante con la prima video-intervista GINGER girata nella sede di uno dei primi progetti che verranno ospitati sulla piattaforma. E quindi … continuate così: iniziate già a inviarci le vostre idee, siamo qui per questo. Vi accenniamo che in futuro ci servirete anche come piccole cavie, ma ve ne daremo notizia per tempo.

Tuttavia, non crediate che vi lasceremo da soli durante le vacanze: in arrivo infatti l’intervista GINGER a Giovanni Gulino (Marta sui Tubi) co-fondatore di Musicraiser, la piattaforma di crowdfunding per il settore musicale. Dato il successo sfolgorante di MR e l’opera di sensibilizzazione al crowdfunding che sta portando avanti, non potevamo certo farci scappare l’occasione per un’intervista.

E quindi: gingerizzatevi, scriveteci (idea.ginger@gmail.com) e … buone feste!

Brindate con un bicchiere colmo di Gingerino, prosit!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...